Artcuriosity

arte e storia

Category: Storia e arte moderna

Salvator Mundi: l’opera più controversa degli ultimi 60 anni

Salvator Mundi: l’opera più controversa degli ultimi 60 anni.

“Dall’asta di Christie’s del 2017 alla sua prima comparsa”

Il “Salvator Mundi” è un dipinto olio su tavola (66x46cm), dal 2011 attribuita a Leonardo Da Vinci. La storia del quadro è definibile una vera propria odissea arrivando fino ai giorni nostri. L’opera viene fatta risalire al 1499 realizzata a Milano prima che l’artista abbandonasse la città, nella quale lascia alcuni studi oggi conservati a Windsor. Secondo lo studioso Luca Syson curatore della mostra del 2011 la stessa nella quale viene attribuita l’autenticità dell’opera intitolata “Leonardo painter at the court of Milan”, ipotizza che il quadro fosse stato realizzato per la famiglia reale francese, arrivando in Inghilterra nel 1625 tramite Enrichetta di Borbone, sposa di re Carlo I. Il quadro viene registrato nei cataloghi della collezione reale inglese. Se ne perdono le tracce dal 1763 al 1900, quando vien acquistato da Sir Charles Robinson per la Cook Collection, il riquadro ricompare poi sul mercato nel 1958 quando Sotheby’s lo batte all’asta per 45 dollari, vendendolo come un opera di Bernardo Luini seguace di Leonardo, per scomparire nuovamente fino al 2005 quando viene acquistato da un consorzio formato da un gruppo di uomini d’affari statunitensi. In quest’occasione viene sollevato il dubbio che il quadro non sia un’opera del maestro invece che dei suoi seguaci, quindi viene a sottoposto a una serie di studi e interventi di restauro. Sottoponendo il quadro ai dovuti studi ci si accorge che numerose erano state le aggiunte all’opera originaria, forse per conformarla a quelle che erano state le esigenze della controriforma. Nel 2007 il quadro dal gruppo di ricerca della National Gallery viene studiato anche dal gruppo del Metropolitan di New York, la ricercatrice americana Carmen Brambach ritiene che sia di Boltraffio altro seguace di Leonardo. Nonostante le liti attributive, il quadro nel 2013 il quadro viene venduto per 80 milioni al presidente della società  Natural Le Coultre, che lo rivende a un magnate russo per 120 milioni. Il museo di Dallas entra immediatamente in trattive per acquistare il quadro ma non riuscendoci, della vendita del quadro si occupa la casa d’asta Christie’s, aggiudicando il 15 novembre 2017 l’opera per circa 450 milioni di dollari. Il compratore a quanto pare fa parte di un ramo remoto della famiglia reale saudita, il quadro è esposto al Louvre AbuDhabi.

 

  

 

La morte di Sardanapalo. Tra storia e leggenda

 La morte di Sardanapalo.

” Sardanapalo tra le figure più amate del romanticismo. Il sovrano assiro che divenne immortale !”

Continue reading

© 2018 Artcuriosity

Theme by Anders NorenUp ↑

This site is protected by wp-copyrightpro.com

RSS
Facebook
Google+
http://artcuriosity.it/category/storia-e-arte-moderna
Twitter
INSTAGRAM